venerdì 10 ottobre 2008

Versi liberi funebri

Il governo ha gli ultimi conati di vomito
e la cultura sta soffrendo.

Negli ultimi giorni sto trascorrendo 13 ore al giorno a lavoro (ovviamente non retribuite)
mentre mi arrivano echi di stampa delle parole di Brunetta che scredita gli insegnanti perché lavorano troppo poco.

E' come vivere in un altro mondo,
e cadere dalle nuvole dell'informazione:
ma di cosa stanno parlando?
Non è possibile che stiano parlando del mio paese,
il mio paese non è quello delle tv e dei giornali.

Essere informati è come parlare di un altro pianeta,
siamo così impegnati a disquisire astrattamente sul mondo,
che non conosciamo più nemmeno il colore della terra su cui camminiamo,
il colore degli occhi delle persone, il profumo delle strade.

Mentre penso questo, un vecchio professore
deve pubblicare 600 pagine dell'Ifigenia,
a costi ridottissimi mentre la casa editrice crea dei problemi enormi,
sul font greco traballa.

La cultura sta agonizzando.

12 commenti:

digito ergo sum ha detto...

sono anni che è in agonia, la cultura. eppure sono anni che sopravvive a tutto, curioso, non trovi?

calendula / trattalia ha detto...

anche io penso che sia da molto tempo in agonia...ma non so perchè mi sembra che negli ultimi anni la situazione sia peggiorata.... la gente mi sembra più ignorante, e quel che peggio contenta di esserlo...

Franco ha detto...

E' che a non pensare si vive meglio. L'anestesia protegge dal dolore.

Octuagenario ha detto...

Beh, quando la cultura dorme, la sottocultura balla.

Prefe ha detto...

il fatto stesso che descrivano gli insegnanti che protestano, generalmente persone di cultura (e anche un po' borghesi...) come estremisti significa che ormai non hanno più nessun pudore nel mentire.

Ma insegni anche tu?

Franco ha detto...

Hei pipoca va tutto bene?
Si, insomma, ehm... Si fa per dire...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Infatti. L'Italia non è quella che ci raccontano i media. E' quella che vediamo noi con i nostri occhi quotidianamente. Ma loro questo non vogliono che altri lo possano capire....

Chi è indottrinato non vede quello che ha davanti purtroppo ma sente solo le voci delle sirene mediatiche che arrivano dalla scatola magica....(leggasi tv)

Pipoca ha detto...

DGT
No, non sta sopravvivendo.
In base a quali parametri affermi che stia sopravvivendo?

Ti faccio 2 esempi:
- nelle scuole superiori anno dopo anno diminuiscono i contenuti, così come nelle università [esempio dell'esempio: vedi: la qualità delle tesi di laurea]
- non sono riuscita a trovare Forse che sì forse che no di D'Annunzio [dice non lo ristampino, con una botta di culo forse c'è al mercatino dell'usato]

CALENDULA
...non c'è mai fine al peggio!

FRANCO
e alle persone fino ad ora tutto sommato non è mancato niente, mi riferisco al materiale tipo tv o automobile, calcio... ma quando mancheranno questi 'beni'? ...forse riusciranno a sentire il dolore? ...o sarà troppo tardi

OCTY
...qui siamo alla fine di un epoca... e tu sembri Kung fu Panda... ci salverai dal cattivo?

PREFE
sì, insegno, e mai ho visto così vicino la fine della cultura pubblica.
la borghesia della classe insegnante è già finita... ma qui si aprirebbe una parentesi annosa.
non siamo mai stati né saremo detentori del potere intellettuale, non abbiamo poteri economici o sociali, non influenziamo le generazioni, per la nostra società siamo i parassiti dell'ignoranza.

DANIELE
tu hai un dono in mano: insegnare con la poesia a soffermarsi sulle cose e le sensazioni. finché c'è la poesia, ci sarà qualche speranza.

un bacio a tutti. son così stanca che brancolo nella burocrazia scolastica, cercando di dare ogni giorno a 30 studenti per classe qualcosa che impunemente ogni giorno la società distrugge...

Franco ha detto...

Eppure più gli anni passano, più mi rendo conto che lo zoccolo duro della mia testolina e del mio carattere è stato forgiato dalla mia famiglia in primis e dagli insegnanti più validi che ho avuto subito a seguire. Non credo di essere l'unico a vederla così. Tu hai nelle tue mani la possibilità di lasciare qualcosa di prezioso ai tuoi studenti. Il guaio è che molto probabilmente non te lo verranno mai a dire perchè sarà passato troppo tempo quando se ne renderanno conto. Ma in cuor loro sapranno che è così.

Octuagenario ha detto...

Kung fu Panda?
ma che canali prende il tuo televisore? o_O

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Senza cultura, questa società è finita.
Un saluto

desaparecida ha detto...

un saluto mia cara! :)

volantino, “Perché lottiamo” – 1976

Perché?

– Perché intervenire in un quartiere occupando una casa con appartamenti vuoti da anni?

– Perché opporsi alla speculazione edilizia?

– Perché creare un centro sociale dove tutti si possano incontrare e discutere di vari problemi liberamente?

– Perché rifiutare una società che di fatto elimina i rapporti fra gli individui e gli crea delle città che sono alveari?

... per una società senza servi e senza padroni.